Nota della SItI Triveneto sulla questione Crisanti-Russo

Gli organi di informazione danno notizia in questi giorni del contrasto esploso tra il Prof. Andrea Crisanti, Ordinario di Microbiologia nell'Università di Padova e la Dott.ssa Francesca Russo, a capo della Direzione della Prevenzione della Regione del Veneto. Afferma Francesca Russo, nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera, edizione Venezia-Mestre del 24 Maggio scorso: “Ciascuno riveste il ruolo per il quale è stato formato. Io dirigo la Prevenzione di una grande Regione, e con i miei collaboratori, in sintonia con esperti universitari ed ospedalieri, ho affrontato con successo la pandemia influenzale del 2009, l'Ebola ed il West Nile quando hanno colpito in Regione, nonchè la contaminazione da PFAS. Adesso tocca al COVID-19. E' la Sanità Pubblica che deve programmare gli interventi, distribuire i compiti, valutare i risultati, e la collaborazione con tecnici e scienziati, così come l'apporto degli operatori sul territorio, è fondamentale per raggiungere tutti gli obiettivi di Sanità Pubblica. Quindi non può e non deve esistere alcuna interferenza tra le competenze mie, quelle di Crisanti e di tutti i suoi Colleghi".
Il Prof. Crisanti, dopo aver signorilmente definito “baggianata” il lavoro pianificatorio della Dott.ssa Russo, insiste: “In ogni caso lei non scriverà nessun report scientifico perché non ha nessun dato in mano”.
Come Società scientifica ci rincresce registrare un simile episodio, che dimostra una colpevole ignoranza (da cui discende la mancanza di rispetto) di ruoli e professionalità alla base della Sanità Pubblica, nei cui ambiti dovrebbe invece realizzarsi l'indispensabile apporto della scienza universitaria: una collaborazione tra pari, che epidemie come quella in corso richiederebbero (...leggi tutto...).

Riprendono i lavori del board prevenzione della FSK. A luglio il rapporto

Si è svolto lo scorso 19 maggio un incontro telematico del Board Prevenzione della Fondazione Smith Kline al quale partecipano molti rappresentanti della SItI tra cui il Presidente nazionaleItalo Angelillo. Tra gli argomenti trattati la presentazione del nuovo rapporto 2019-20 (che avverrà in forma virtuale in luglio), le nuove iniziative dell'Osservatorio Italiano della Prevenzione e l'ipotesi di un documento sul rilancio dei Dipartimenti di prevenzione.

Rezza Direttore Generale della Prevenzione al Ministero della Salute

Il Direttore uscente del Dipartimento di Malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità Giovanni Rezza è stato nominato dal Ministro della Salute Roberto Speranza quale nuovo Direttore Generale della Prevenzione del Ministero. Rezza è laureato in medicina, specialista in Malattie Infettive ed in Igiene e medicina preventiva. Complimenti e auguri di buon lavoro da tutta la SItI al collega Rezza.

Angelillo Coordinatore Commissione “Temi generali” della Salute PNR 2021-2027

Il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica ha nominato Italo Angelillo Coordinatore della Commissione di esperti nell’ambito “Salute” - Sottoambito “Temi generali” - per la elaborazione del Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2021-2027. Il PNR ha una importanza strategica in quanto orienterà la politica della ricerca in Italia ed individua priorità, obiettivi e azioni volte a sostenere la coerenza, l’efficienza e l’efficacia del sistema nazionale della ricerca e contiene, inoltre, linee di indirizzo a livello nazionale. Il documento, che dovrà essere presentato dalla Commissione entro il 30 giugno, è finalizzato a garantire coerenza alle attività di ricerca, evitare dispersione di risorse, fornire un piano temporale, finanziario e progettuale, agli attori pubblici e a concentrare le risorse nelle aree di maggiore interesse garantendo il necessario supporto alla ricerca.

Il decalogo SItI per la riapertura in sicurezza di bar e ristoranti

La SItI ha sviluppato, con il suo Gruppo di Lavoro in Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, un decalogo con semplici ed utili indicazioni per minimizzare il rischio di contagio in ambienti come bar, ristoranti, pub ed esercizi simili e per scegliere le migliori strategie di gestione della Fase 2 nell'epidemia COVID-19. La SItI ritiene questo contributo un importante vademecum di regole per diminuire i rischi di contagio. "Il mantenimento del distanziamento fisico, l’uso di dispositivi di protezione individuale ed il ricorso a precise norme igieniche ambientali e personali – sottolinea la Coordinatrice del Gruppo di Lavoro, Emilia Guberti - sono fondamentali per ridurre il rischio di trasmissione di COVID-19 e delle malattie infettive in generale".

Il Congresso mondiale sarà virtuale. Rinviato il 53° Nazionale SItI

Nel contesto dei perduranti divieti di eventi congressuali e delle incerte prospettive, il Comitato organizzatore del Congresso Mondiale di Sanità Pubblica (composto da rappresentanti WFPHA, EUPHA e SItI), in programma dal 12 al 17 ottobre a Roma, ha votato all'unanimità lo svolgimento in forma virtuale. Si tratta di un evento con pochi precedenti e che darà modo di offrire oltre 150 sessioni in diretta streaming con possibilità di dibattiti e interazioni. Tra gli oltre 4.000 abstract pervenuti (ed in fase di avanzata valutazione) 538 (15% circa) sono di gruppi italiani, secondi solo al Brasile (696). In totale i paesi rappresentati nel programma scientifico saranno 112 (vedi elenco).
Per quanto riguarda il 53° Congresso Nazionale della SItI - che avrebbe dovuto svolgersi in contemporanea a Roma - la Giunta ha deciso di rinviarlo con l'auspicio, compatibilmente con la evoluzione epidemiologica di COVID-19, di poterlo organizzare nei primi mesi del 2021 in forma tradizionale. Seguiranno più dettagliate informazioni.

Altri due documenti ISS: DPI nelle attività sanitarie e tutela anziani

Dopo le raccomandazioni sulle regola da rispettare nell'assistenza domiciliare, l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha pubblicato le "Indicazioni ad interim per un utilizzo razionale delle protezioni per infezione da sars-cov-2 nelle attività sanitarie e sociosanitarie (assistenza a soggetti affetti da covid-19) nell’attuale scenario emergenziale SARS-COV-2", aggiornato al 14 marzo 2020 a cui hanno partecipato diversi colleghi igienisti. Su Epicentro è stato pubblicato il rapporto ISS n.4 del 16 marzo “Indicazioni ad interim per la prevenzione e il controllo dell’infezione da SARS-CoV-2 in strutture residenziali sociosanitarie”, a tutela dei nostri anziani, o portatori di disabilità, o comunque non autosufficienti, che sono i soggetti più fragili.

Le raccomandazioni ISS per gli isolamenti domiciliari fiduciari dei casi

L'Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha pubblicato un poster con le raccomandazioni sulle regola da rispettare nell'assistenza domiciliare delle persone malate o in isolamento, tratte dalle raccomandazioni dell'OMS e con la consulenza dei ricercatori del Dipartimento Malattie Infettive. Su Epicentro è stata anche pubblicata una dettagliata guida indirizzata alla gestione dei soggetti affetti da COVID-19 che necessitano l'implementazione di misure precauzionali atte a evitare la trasmissione del virus ad altre persone. L'isolamento fiduciario di casi e di contatti è, infatti, una misura di sanità pubblica molto importante che viene effettuata per evitare l'insorgenza di ulteriori casi secondari dovuti a trasmissione del virus SARS-CoV-2 e per evitare di sovraccaricare il sistema ospedaliero già congestionato.

Bando di concorso per dirigenti medici di igiene presso la ASL Teramo

Pubblichiamo il bando relativo all'avviso pubblico per dirigenti medici della disciplina di igiene, epidemiologia e sanità pubblica presso la ASL di Teramo.
Le domande dovranno pervenire, secondo le modalità previste nel bando, entro il 14 marzo 2020.

Le traduzioni di due rapporti tecnici (OMS ed ECDC) sul coronavirus

La SItI ha realizzato la traduzione del rapporto tecnico ECDCGuidelines for the use of non-pharmaceutical measures to delay and mitigate the impact of 2019-nCoV”. L'implementazione di questi interventi, per garantire la loro efficacia, deve essere associata ad un costante impegno sul versante della comunicazione. In tal senso la traduzione del Technical Report OMS “Risk communication and community engagement (RCCE) readiness and response to the 2019 novel coronavirus (2019-nCoV”, messo a disposizione dal Gruppo di lavoro per la Comunicazione

S.It.I. - Società Italiana di Igiene, MEDICINA PREVENTIVA E SANITA' PUBBLICA

Segreteria nazionale:
Viale Città d'Europa 74 - 00144 Roma
E-mail: sitinazionale@tiscali.it
Tel e Fax: 06-5203492

Informativa privacy